Differenza tra WEP e WPA

IN BREVE

WEP e WPA sono due protocolli per la gestione della sicurezza delle trasmissioni radio nelle WLAN, come WiFi. Il WEP è lo standard più vecchio, ormai ampiamente superato, ma comunque considerato il minor livello di garanzia richiesta per una WLAN. Il WPA e le successive evoluzioni (WPA 2 e WPA-AES) hanno aggiunto una maggiore sicurezza sotto diversi punti di vista, dalla grandezza delle chiavi alla gestione delle stesse con il protocollo TKIP.

WEP e WPA - Differenza tra WEP e WPA
Il WPA è il successore del WEP.

L’acronimo WEP significa Wired Equivalent Privacy (in italiano privacy equivalente alla rete cablata) e fa parte dello standard per le comunicazioni WiFi, in particolare dello standard 802.11, quello universlamente riconosciuto e montato su praticamente tutti i dispositivi. In particolare  il WEP è un protocollo di sicurezza che dovrebbe garantire un minimo di sicurezza delle trasmissioni radio WiFi, attraverso l’utilizzo di due chiavi da 40 e da 104 bit. A questi vanno aggiunti 24 bit del vettore di inizializzazione (bit che verranno raddoppiati dal WPA). Come tipo di crittografia col tempo è stata superata ed ora è considerata come la minima protezione necessaria per la sicurezza di una rete senza fili. Purtroppo il WEP è una misura di sicurezza opzionale e non sempre chi utilizza la rete lo abilita. riconosciute e discusse le sue debolezze, venne studiato ed instaurato un nuovo standard, il WPA.

Il WPA siginifica WiFi Protected Access (accesso protetto al WiFi) è il protocollo successivo al WEP e tutt’ora utilizzato, nella sua forma certificata e più attuale WPA 2, come principale sistema di sicurezza nelle rete senza fili. Tra le varie innovazioni introdotte dal WPA c’è l’utilizzo del protocollo TKIP (Temporal Key Integrity Protocol – Protocollo di integrità temporanea della chiave), che gestisce in modo più complesso e sicuro l’utilizzo delle chiavi di sicurezza. Le chiavi WPA sono a 128 bit e il vettore di inizializzazione è stato portato a 48 bit. Neanche questo protocollo è rimasto immune da attacchi. Dopo essere stato bucato è stato proposto un nuovo standard evoluto chiamato WPA-AES che è tuttora lo standard più avanzato di sicurezza WLAN.