Differenza tra trazione anteriore e trazione posteriore

IN BREVE

Trazione anteriore e trazione posteriore indicano due meccanismi di trasmissione della potenza dal motore di un’automobile rispettivamente alle ruote anteriori nel primo caso e alle ruote posteriori nel secondo. Per quanto riguarda la trazione anteriore, il trasferimento di potenza è abbastanza diretto dal motore alle ruote; invece, nella trazione posteriore sono necessari più componenti, tra i quali un lungo albero per la trasmissione della forza motrice.

Trazione anteriore - Differenza tra trazione anteriore e trazione posteriore
La nuova Fiat 500 è a trazione anteriore.

Le automobili con la trazione anteriore sono identificate così perchè trasmettono la coppia del motore direttamente alle ruote anteriori. Da un lato, la trazione anteriore è caratterizzata soprattutto da costi di produzione contenuti, semplicità di costruzione e facilità di guida (sopratutto sul bagnato). Inoltre, l’utilizzo della trazione anteriore si traduce in minor peso sul veicolo, in quanto non necessita di lunghi alberi di trasmissione per trasmettere il moto alle ruote.
Dall’altro lato, lo svantaggio maggiore della trazione anteriore si riscontra con motori molto prestazionali e potenti. Si causa la cosiddetta “perdita di trazione”, dovuta al fatto che in fase di accelerazione si ha un trasferimento di carico sull’asse posteriore, diminuendo l’aderenza sull’asse anteriore. Questo problema è stato ovviato grazie all’elettronica; infatti ormai troviamo su quasi tutte le auto il traction control system. Questo sistema elettronico in caso di perdita di aderenza, e quindi di trazione, andrà a togliere potenza alle ruote per eliminare lo slittamento in eccesso.
Sul versante della sicurezza, in caso di emergenza la trazione anteriore permette una facile ripresa di controllo del veivolo, anche da parte del guidatore meno esperto.
Inoltre, ricordiamo che la prima casa automobilistica a sperimentare una trazione anteriore fu la Citroen, con la versione Tracion Avant degli anni trenta, la quale viene oggi adottata nella gran parte dei modelli.

Trazione posteriore - Differenza tra trazione anteriore e trazione posteriore
La vecchia Fiat 500 era a trazione posteriore.

Le automobili a trazione posteriore trasmettono il moto attraverso l’asse posteriore della macchina. Questa soluzione è utilizzata su autovetture con caratteristiche sportive e con motori molto potenti. Ha il pregio di non perdere trazione in accelerazione, perché il trasferimento di carico verso l’asse posteriore aumenta la tenuta dei pneumatici. Tuttavia, i costi di produzione di un veicolo a trazione posteriore aumentano e ad aumentare è anche il peso complessivo della vettura. Questo è dovuto al fatto che per trasferire il moto dal motore posto nella parte anteriore della macchina, alle ruote poste nella parte posteriore bisognerà utilizzare un lungo albero di trasmissione. Inoltre, la trazione posteriore non presenta grandi problemi dal punto di vista della manutenzione, in quanto è a vista e non ha il differenziale incorporato al motore (come invece nella trazione anteriore). Il principale svantaggio della trazione posteriore consiste nella difficoltà di tenuta del veicolo su strade a scarse aderenza. Inoltre, se si accelera troppo in curva, il veicolo tende a sbandare nella parte posteriore, costringendo al sovrasterzo per recuperare il controllo della vettura. Fino agli anni ottanta la trazione posteriore andava per la maggiore in campo automobilistico, poi pian piano si è sviluppata quella anteriore e attualmente siamo a una quota di mercato paritaria.