Differenza tra topo e criceto

IN BREVE

Topi e criceti appartengono a generi diversi e differiscono anche fisicamente, infatti i topi possiedono una lunga coda priva di pelo, con la quale possono raggiungere lunghezze di 20 cm e hanno orecchie più grosse. I criceti non superano i 10 cm e hanno orecchie piccole e coda quasi assente. Questi vengono tenuti spesso in casa come animali da compagnia.

Topo - La differenza tra topo e criceto
Un topolino.

Il topo comune (Mus musculus) è un piccolo roditore (misura una ventina di centimetri, compresa la coda) appartenente al genere Mus, originario dell’Asia centrale, che oggi giorno si è diffuso in tutto il mondo. Il pelo è corto e lucido, di un colore variabile, dal brunastro al nero, mentre le zampe, le orecchie, la lunga coda e la punta del muso, sono nudi e di colore grigio-rosato. È un animale estremamente adattabile, infatti può vivere praticamente ovunque, dove vi siano dei nascondigli e del cibo. Lo si trova perciò anche in ambienti urbani e suburbani, possono invadere abitazioni e strutture di ogni tipo, dove riescono a nascondersi in piccole fessure ed arrampicarsi senza alcuna difficoltà ovunque. Alcune specie selvatiche sono comuni nelle zone rurali e nelle case di campagna; in natura, questi animali si cibano di prodotti di origine vegetale, quali semi, radici, foglie e steli di numerose piante, ma anche di insetti, larve e di resti delle carcasse di animali morti. Alcune specie di topi vengono tenute in casa come animali da compagnia, come il topolino bianco, più piccolo di quello selvatico. Sono animali notturni, quindi di giorno tendono a dormire, mentre sono più attivi di notte. Non devono essere confusi con i ratti.

Criceto - Differenza tra topo e criceto
Un criceto, da Flickr.com

I criceti sono piccoli roditori, appartenenti alla sottogamiglia Cricetinae, di cui esistono numerosi generi e specie. Hanno coda quasi assente e diverse dimensioni a seconda della specie, ma solitamente non superano i 10 cm. In natura non si trovano in Italia, sono di origine asiatica, ma viene allevato come animale da compagnia o come cavia per esperimenti; sono animali notturni e in natura scavano tane nel terreno, mentre in casa necessitano di una gabbia spaziosa. È importante evitare di sottoporli ad eccessivi sbalzi di temperatura ed evitare di esporli alla luce diretta del sole, perché sono molto delicati e possono morire. È inoltre importante fornirgli un’adeguata lettiera, una ruota e altri oggetti per l’esercizio, ad esempio piccoli tubi orizzontali e verticali e una casetta che il criceto possa utilizzare come nido. I criceti sono animali onnivori, si nutrono infatti di piante, semi, frutta e insetti; in natura vivono in comunità e quindi amano la compagnia, mentre in cattività sono più asociali, infatti se non sono abituati alla convivenza possono aggredirsi tra loro.