Differenza tra saldo contabile e saldo disponibile

Share

IN BREVE

Il saldo contabile e il saldo disponibile sono due valori che si trovano solitamente in riferimento al conto corrente bancario.
Il saldo contabile è quel valore che indica il conteggio di tutte le operazioni conosciute, entrate e uscite, non per forza già disponibili sul conto.
Il saldo disponibile indica, invece, qual è l’effettiva disponibilità di spesa di un conto al netto delle varie operazioni: per evitare di andare in rosso questo è il dato su cui basarsi prima di effettuare delle spese.


Un assegno ricevuto può apparire sul saldo contabile, ma non sul saldo disponibile.

Il saldo contabile è il totale determinato dalla somma di tutti i movimenti nel conto corrente, indipendentemente dalla data di disponibilità degli stessi.

Ovvero, sommando tutte le operazioni contabili (entrate e uscite) il totale che ne risulta viene definito saldo contabile e rappresenta i soldi teoricamente presenti sul conto.

Questo perché, anche se negli ultimi anni velocizzate di parecchio, tutte le operazioni bancarie richiedono del tempo per essere gestite. In questo modo l’istituto comincia a contabilizzare le nuove operazioni che poi conferma e rende effettive sul conto.

Gli acquisti si effettuano con il saldo disponibile.

Il saldo disponibile è il totale dell’importo disponibile per essere speso, cioè i soldi considerati effettivamente presenti sul conto dalla banca.

Un esempio concreto potrebbe essere fatto sull’incasso di un assegno bancario.
Se si ha un conto corrente con 0 euro sopra e si porta un assegno di 100 € all’incasso in banca, il  saldo contabile sarà 100€.

Dato che occorrono circa 10 giorni affinché un assegno sia definibile come pagato e che i soldi vengano effettivamente trasferiti da chi lo ha emesso al suo beneficiario, il saldo disponibile sarà sempre pari a 0 euro.

Questa situazione molte volte porta le aziende, che hanno necessità di una continua liquidità,  a chiedere alla banca un fido per ovviare a questa differenza temporale tra quanto “hanno in teoria”(saldo contabile) e quanto “hanno in pratica” (saldo disponibile).

You may also like...