Differenza tra RSA e RSU

IN BREVE

RSA e RSU sono due organismi di rappresentanza sindacale per i lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati. Le RSU (“Rappresentanza Sindacale Unitaria”) vengono elette da tutti i lavoratori presenti in azienda, indipendentemente dalla loro iscrizione ad un sindacato. Invece, le RSA (“Rappresentanza Sindacale Aziendale”) sono elette dagli iscritti ad un particolare sindacato. Quindi, le RSU hanno la rappresentanza generale dei lavoratori e partecipano alla contrattazione aziendale, invece le RSA tutelano i soli iscritti al sindacato e non partecipano alla contrattazione aziendale.

RSU - Differenza tra RSU e RSA
Simbolo della campagna RSU 2012 della CGIL.

RSU è l’acronimo per “Rappresentanza Sindacale Unitaria” ed è un organo di rappresentanza sindacale all’interno dei luoghi di lavoro, siano essi pubblici o privati.L’RSU viene eletta da tutti i lavoratori presenti in azienda, indipendentemente dal fatto che essi siano o meno iscritti ad una sigla sindacale. Dal momento che l’RSU viene eletta da tutti i lavoratori, ha la rappresentanza generale di questi e partecipa alla contrattazione aziendale. L’RSU è stata introdotta agli inizi degli anni ’90, andando a sostituire nella maggior parte dei casi le RSA (Rappresentanze Sindacali Aziendali). In particolare, nel 1993 è stato siglato un Accordo Interconfederale tra CIGL, CISL, UIL e Confindustria, in cui è stato stabilito che che le Organizzazoni Sindacali che intendono partecipare alle elezioni delle RSU devono rinunciare all’utilizzo delle RSA. Coloro i quali vengono eletti all’interno delle RSU non appartengono ad una specifica sigla sindacale, ma sono dei lavoratori che rappresentano le esigenze degli altri lavoratori. La carica è triennale e, in seguito alla scadenza dell’incarico, si tengono nuove elezioni per eleggere dei nuovi rappresentanti.

RSA - Differenza tra RSA e RSU
Le tre principali sigle sindacali italiane.

RSA  è l’acronimo per “Rappresentanza Sindacale Aziendale” ed è un organismo di rappresentanza sindacale eletto dagli iscritti di un particolare sindacato. Dal momento che l’RSA è eletta solamente dagli iscritti ad un sindacato, questa si occupa di tutelare unicamente gli iscritti a tale sindacato e non è titolare della contrattazione aziendale. L’ RSA è stata introdotta come forma di rappresentanza sindacale dallo statuto dei lavoratori (legge 300/1970), il quale prevede il diritto per i lavoratori di costituire delle rappresentanza sindacali aziendali in ogni unità produttiva, a patto che in essa siano presenti almeno 15 dipendenti (art 35 dello Statuto dei lavoratori). Negli anni ’90, nella maggior parte delle aziende si è assistito alla sostituzione delle RSA con le RSU, ma questo non ha comunque comportato la soppressione delle RSA. Infatti, le associazioni sindacali possono scegliere di non partecipare alle elezioni per le RSU e di costituire le proprie RSA, sempre rispettando i requisiti previsti dallo Statuto dei lavoratori.