Differenza tra romanzo e racconto

IN BREVE

Il romanzo si distingue dal racconto non solo per la sua lunghezza, ma anche per la maggiore complessità, cioè tempi più lunghi, vicende ed ambienti più elaborati, maggior numero di personaggi. Mentre il racconto ha solitamente estensione minore e un minor numero di vicende e di personaggi. Tuttavia possono anche esistere romanzi brevi, così come esistono racconti lunghi.

Racconti - Differenza tra racconto e romanzo
Io, robot di Isaac Asimov è una celebre raccolta di racconti.

Il racconto è una composizione narrativa in prosa, relativamente breve, il cui contenuto può essere di natura fantastica o realistica. Per quanto riguarda la lunghezza, esso può essere di 1-2 pagine, definito racconto brevissimo o di una decina di pagine, per cui si parla di racconto breve; oltre la trentina si inizia a parlare di racconto lungo, o più frequentemente di un romanzo breve. Proprio a causa delle sue ridotte dimensioni, il racconto richiede un’attenta misura nei dettagli e comporta necessariamente alcune caratteristiche strutturali. Un racconto presenta un’unica trama che ruota attorno ad un solo evento principale; presenta e approfondisce pochi personaggi e non sviluppa molti intrecci. Tutto questo è dato dal fatto che un racconto nasce quando si vuol narrare il verificarsi di un evento: è la fotografia di un fatto, realistico o fantasioso, che solitamente viene scritto a fini di semplice divertimento o con intenti allegorici o altro. I personaggi e lo scenario (tempo e luogo) sono ben espressi in poche righe; possono essere presenti dei dialoghi che aiutino a vivacizzare il racconto. Dopo lo svolgimento della storia si ha sempre un finale, inaspettato o meno e talvolta può essere presente il cosiddetto “finale aperto“.

Romanzo - Differenza tra racconto e romanzo
La copertina de I promessi sposi, romanzo storico di A. Manzoni. Da Wikipedia.it

Il termine romanzo deriva dal francese “romanz“, proveniente a sua volta dal latino “Romanice loqui“, che significa parlare in lingua romanza, che comprende tutte quelle derivanti dal latino. Il romanzo è un genere della narrativa in prosa, caratterizzato da un testo di una certa estensione; esso ha per oggetto la narrazione delle vicende di uno o più protagonisti su uno sfondo che può essere storico o fantastico. Nel romanzo le relazioni tra le varie vicende tendono a generare la trama principale, accompagnata da quelle secondarie, che talvolta si sviluppano su piani temporali distinti. I personaggi sono molteplici e hanno un’ importanza cruciale, sono i pilastri su cui si fonda la narrazione, vengono descritti in maniera dettagliata, divenendo protagonisti di una storia complessa che spesso si svolge in un lungo arco di tempo. I romanzi si articolano in diversi generi: quelli di maggior rilievo e diffusione sono il romanzo storico, molto complesso per le sue ambientazioni e ricostruzioni, il romanzo d’avventura, naturalistico, neorealistico, epistolare,  il romanzo giallo, umoristico, rosa e di fantascienza.