Differenza tra riccio e istrice

IN BREVE

La principale differenza tra riccio e istrice consiste nella famiglia di provenienza: il riccio, chiamato anche comunemente, ed erroneamente, porcospino, è della famiglia delle Erinaceidae; l’istrice invece rientra nella famiglia degli Istricidi. Chiamare l’istrice anche porcospino è invece corretto.

Riccio - Differenza tra riccio e istrice
Un riccio.

Il riccio ha una struttura fisica decisamente più piccola dell’istrice e in caso di pericolo si difende raggomitolandosi su se stesso. Si nutre per lo più di insetti e vive comunemente nel sottobosco. Nonostante molte persone lo temano, quando è tranquillo o si muove mostra un simpaticissimo muso. E’ molto diffuso in Italia.
Spesso si trovano carcasse di questo animale lungo i battistrada, il riccio infatti non è velocissimo e spesso viene investito dalle automobili mentre cerca di attraversare le strade.

Istrice - Differenza tra riccio e istrice
Un istrice.

L’istrice presenta, in particolare, aculei di circa 40 cm di lunghezza a bande bianche, nere e marroni soprattutto sul dorso e sulla coda, mentre sul collo ha delle lunghe setole. Se spaventato l’istrice, diversamente dal riccio, utilizza una singolare tecnica di difesa: cerca di infilzare il suo predatore con i suoi lunghi aculei che rimangono conficcati nell’obiettivo staccandosi dal dorso dell’animale. Questi aculei non sono velenosi, ma provocano ferite che si infettano facilmente. L’istrice si nutre per lo più di frutta, radici, tuberi e cortecce.