Differenza tra reflex e digitale

IN BREVE

Agli albori della fotografia digitale vi era una differenza sostanziale nel chiamare una macchina fotografica “reflex” o “digitale”. Le reflex rappresentavano le macchine foto professionali (o semipro) a rullino, mentre le macchine foto digitali erano le compatte, appena arrivate sul mercato. Oggi anche le reflex hanno un sensore digitale quindi si può dire che le reflex sono un sotto insieme delle macchine fotografiche digitali. Alle volte, comunque, il termine “digitali” viene utilizzato per riferirsi alle macchine fotografiche compatte.

Macchina digitale reflex - Differenza tra reflex e digitale
La reflex digitale K-x della Pentax.

Le macchine fotografiche reflex permettono al fotografo di vedere, attraverso il mirino ottico, l’immagine che passa attraverso le lenti permettendo un miglior controllo sulla foto. Infatti in altri tipi di macchina fotografica, il mirino ottico è parallelo all’ottica e questo “sfasa” l’inquadratura. L’utilizzo del mirino ottico è reso possibile grazie all’utilizzo di uno specchio che si frappone a 45 gradi tra le lenti e il sensore della reflex. L’immagine viene quindi riflessa in un prisma che la proietta nel mirino attraverso il quale il fotografo può fotografare esattamente (o quasi) cosa l’obiettivo sta inquadrando.
Al momento dello scatto lo specchio viene velocemente ribaltato facendo passare la luce che colpisce il sensore nelle reflex digitali, o la pellicola nelle reflex tradizionali. Questo movimento meccanico è in parte causa del classico rumore che viene attribuito a tutte le fotocamere, ossia il click. Inoltre la struttura del meccanismo è anche responsabile della classica forma (ingombrante) delle reflex.
Le reflex tradizionali sono state sostituite dalle reflex digitali, ma quest’ultime stanno per essere sostituite dalle macchine fotografiche mirrorless che, come dice la parola, sono sprovviste di specchio. La visione nel mirino sarà gestita direttamente dal sensore e da micro schermi con un’altissima densità di pixel.
Caratteristica essenziale che distingue le reflex dalle altre fotocamere digitali è la possibilità di sostituire gli obiettivi e le ottiche per rispondere a tutte le esigenze del caso e del fotografo. Questa differenza è destinata ad essere messa in discussione dalle fotocamere mirrorless.

Macchina fotografica digitale - Differenza tra reflex e digitale
La P300, performante digitale compatta della Nikon.

Le fotocamere digitali, anche dette semplicemente “digitali“, sono macchine fotografiche che hanno sostituito al rullino un sensore digitale capace di registrare la luce e i colori. Insieme al sensore sono stati aggiunti anche un processore che interpretasse questi segnali (ogni anno ne escono di più sofisticati) e una memoria digitale che permettesse di archiviare i file. Per la fotografia è stata una vera rivoluzione. La possibilità di fare decine (o centinaia) di foto, di vedere immediatamente l’immagine e le dimensioni sempre più ridotte hanno letteralmente spazzato via tutto il mercato della fotografia a rullino.
Oggi “digitale” viene utilizzato come sinonimo di macchina fotografica e, per quanto anche le reflex siano ormai tutte digitali, di solito si usa questo termine come per dire “macchina foto compatta“, un tipo di macchina fotografica ben diversa dalle reflex.