Differenza tra prestiti e prestiti senza busta paga

IN BREVE

Per poter richiedere un prestito è obbligatorio disporre di una busta paga, di un certificato di pensione o della dichiarazione dei redditi in quanto reale garanzia per la restituzione dell’importo erogato dalla banca o società finanziaria.I Prestiti Senza Busta Paga possono essere richiesti da diverse categorie di cittadini e lavoratori e necessitano di altre garanzie per essere concessi: un immobile di proprietà sul quale poter apporre una ipoteca, oppure nel caso in cui si disponga di una persona disponibile a fare da garante, un fideiussore che consentirà di stipulare un contratto definito coobbligato.

Prestito e prestito senza busta paga - Differenza tra prestito e prestito senza busta paga
Il prestito senza busta paga richiede meno garanzie a fronte di diverse clausole contrattuali.

Con il termine prestito si indica la cessione di un importo di denaro autorizzata da un istituto o società di credito, contro la restituzione del capitale di somma maggiorato dagli interessi. I requisiti minimi richiesti per poter ottenere un prestito sono l’aver compiuto 18 anni e poter dar prova di possedere un reddito sufficiente a rimborsare le rate; in caso di lavoratori o pensionati la busta paga e la pensione garantiscono la restituzione dell’importo dovuto. Prima che l’istituto stanzi il prestito, vengono effettuati diversi controlli per verificare la situazione economica del richiedente: maggiore è l’importo del prestito richiesto maggiori saranno i controlli. Verrà esaminata la situazione economica e patrimoniale del cliente in modo tale da poter garantire all’istituto la cessione di un bene immobile o altro in caso di insolvenza. La banca o la finanziaria potrebbero non concedere il prestito se la somma richiesta è  eccessiva rispetto al reddito oppure nel caso in cui il richiedente abbia uno storico negativo dato da ritardi nel rimborso di altri finanziamenti.

I prestiti senza busta paga sono finanziamenti destinati a chi non possiede uno stipendio fisso. E’ possibile richiedere un prestito pur non avendo un reddito regolare e duraturo nel tempo, presentando alla banca alcune garanzie alternative come la proprietà di un immobile e/o la firma di un garante. Il richiedente del prestito infatti, può offrire una persona di fiducia che faccia da garante; il garante, dovrà dimostrare di avere una situazione economica stabile che gli permetta di intervenire in caso di mancati pagamenti della rata. Se il richiedente è proprietario di un immobile, può decidere di ipotecarlo a garanzia del prestito ma in caso di insolvenza, la banca potrebbe rifarsi sulla casa ipotecata per recuperare il credito dovuto. Nel caso in cui l’immobile di proprietà sia in affitto, la quota mensile di locazione potrebbe rappresentare una garanzia sufficiente per la banca, in quanto si tratta di un’entrata costante e comprovata. Generalmente la richiesta di un prestito per chi non possiede una busta paga viene sottoscritta per importi di denaro contenuti, che normalmente non superano la soglia dei 5000 euro.