Differenza tra orzo e avena

IN BREVE

Sono entrambi dei cereali con elevato contenuto energetico, ma hanno differenti principi nutritivi, in quanto l’avena presenta proteine con maggior valore biologico, ovvero possiede un elevato numero di aminoacidi essenziali rispetto alle proteine dell’orzo; quest’ultimo però ha un maggior valore nutritivo in confronto all’avena stessa.

Avena - Differenza tra orzo e avena
Un campo d’avena.

L’avena è conosciuta sin dal Neolitico e viene coltivata nei paesi freddi e sulle Alpi fino ai 1800 m.
L’avena è una pianta utilizzata soprattutto nell’alimentazione dei cavalli, ma costituisce anche un ottimo alimento anche per l’ uomo, se trasformata in farina o nella preparazione di minestre e alimenti per bambini. Si distinguono diverse varietà d’avena, quelle con la buccia, dette pesanti, che hanno un maggior contenuto di fibra grezza, per cui un minor valore biologico, e le varietà leggere senza buccia, che al contrario contengono maggior fibra grezza e quindi minor valore biologico. L’avena ha anche un buon contenuto di sali minerali, soprattutto calcio, magnesio, potassio, silicio e ferro. Inoltre contiene antiossidanti che impediscono l’irrancidimento dei grassi e, se distillata, viene impiegata per la produzione del whisky. Il seme dell’avena si presenta di forma più allungata rispetto all’orzo.

Anche l’orzo è stato coltivato sin dall’antichità ed è un cereale fondamentale per l’alimentazione del bestiame. Anche l’uomo ne è un grande utilizzatore: sfrutta maggiormente le cariossidi (bucce del seme) per la produzione di pane, di caffè d’orzo e di molte altre preparazioni alimentari.
Il malto, che si ricava dai semi germinati dell’orzo, rientra in molti alimenti per l’infanzia e prodotti da forno.
Esistono molte varietà d’orzo e come per l’avena si distinguono in pesanti e leggere (con o senza buccia), che hanno differente valore nutritivo. L’orzo è molto facile da digerire, è altamente energetico ed è ricco di minerali e vitamine, come  magnesiofosforopotassiovitamina PP, E, calcio e ferro. Inoltre ha spiccate proprietà antinfiammatorie, emollienti e talvolta lassative.