Differenza tra oro bianco e argento

IN BREVE

L’oro bianco è una lega composta da oro (a 14 o 18 carati), nichel e palladio. L’argento invece è un metallo presente in natura allo stato puro o in composti. L’oro non è utilizzabile allo stato puro per la produzione di gioielli o utensili, in quanto troppo malleabile, così viene utilizzato in lega ad altri metalli che ne aumentano la durezza. L’argento invece non possiede la stessa malleabilità dell’oro, per cui il suo utilizzo per oggetti di uso comune è possibile anche allo stato puro. L’oro ha un valore di mercato superiore a quello dell’argento, quindi un gioiello in oro bianco costerà di più rispetto ad un gioiello in argento.

Oro bianco - Differenza tra oro giallo e oro bianco
Un anello la cui parte esteriore è in oro bianco, da Flickr.com

L’oro bianco è un tipo particolare di lega, la cui composizione dona al metallo il tipico colore chiaro, simile all’argento e non il classico giallo accumunato all’oro. L’oro bianco è composto da oro (a 14 o 18 carati), nichel e palladio. Dopo il giallo, il bianco è il colore più comune per i gioielli in oreficeria e, soprattutto negli ultimi anni, sta riscuotendo sempre più il favore della clientela. L ’oro bianco è particolarmente apprezzato tra la clientela più giovane, in quanto appare più sobrio e meno impegnativo rispetto al tradizionale oro giallo. Il fatto che l’oro bianco è composto da più metalli legati assieme, non lo rende un prodotto più economico rispetto alle altre categorie di oro (giallo, verde, rosso) poiché il valore è determinato dalla quantità di oro puro presente nella lega. L’oro bianco presenta una percentuale di oro puro al suo interno al 75% (18 carati), il restante 25%, come detto in precedenza, è invece composto da nichel e argento o palladio. Questa lega rende l’oro molto duro ed elimina il colore giallo, che nell’immaginario collettivo è più facilmente associato con l’oro e la sua preziosità. L’oro bianco a 14 carati è utilizzato meno frequentemente rispetto all’oro giallo a 14 carati ed è utilizzato per i gioielli che richiedono una lavorazione particolare, magari con gemme ben fissate ad un fermaglio. Nel caso di oro bianco a 14 carati il colore può tendere leggermente al giallo e per questo viene placcato con il rodio, in modo da restituirgli quell’aspetto bianco così apprezzato dai clienti.

Argento - Differenza tra oro bianco e argento
L'argento è molto utilizzato anche per creare posate di pregio.

L’argento è l’elemento chimico nella tavola periodica che ha simbolo Ag (dall’abbreviazione del latino Argentum) e numero atomico 47. L’argento si trova in natura sia allo stato puro, sotto forma di metallo chiaro e lucente, sia sotto forma di composto con altri metalli e sostanze,come ad esempio lo zolfo. Il nome “argento” deriva dal greco “argos”, che significa brillante o bianco, proprio per la sua caratteristica di riflettere la luce. Con il tempo, però, l’argento tende ad ossidarsi, e quindi a scurirsi, ma con un’accurata lucidatura torna allo splendore iniziale. L’argento è il migliore conduttore di temperatura e di elettricità tra i metalli, persino superiore al rame (che tuttavia è utilizzato maggiormente a causa dei costi più bassi). Nell’antichità l’argento veniva utilizzato come base per molti sistemi monetari e, per questo, era ritenuto il metallo più prezioso subito dopo l’oro. Tuttavia, in seguito alla scoperta di numerosi giacimenti di argento in Argentina (la nazione prende il nome proprio dal metallo), questo metallo assunse valore sempre più inferiore rispetto all’oro. Inoltre, la successiva demonetizzazione nel diciannovesimo secolo contribuì a far calare il prezzo dell’argento, rendendolo sempre più disponibile sul mercato. Ad oggi, il mercato fisico più importante per la trattazione dell’argento è quello di Londra, che fornisce i prezzi. L’unità di misura ufficiale dell’argento è l’oncia troy in dollari americani, che corrisponde a 31,1035 grammi. L’argento viene utilizzato soprattutto nella fotografia, nella gioielleria e nell’industria, per la fabbricazione di conduzioni elettriche.