Differenza tra lussazione e frattura

IN BREVE

La lussazione e la frattura sono due traumi che riguardano rispettivamente le articolazioni e le ossa. La lussazione in particolare è la dislocazione di un’articolazione: in pratica quando un osso esce dalla sua posizione con muscoli e tendini. La lussazione può essere completa o incompleta e richiede un intervento di riposizionamento sotto anestesia. La frattura rappresenta invece la rottura di uno o più ossa a casa di un trauma da impatto. Le freatture possono essere di diverso tipo e, a seconda della gravità, possono essere trattate con l’immobilizzazione dell’arto tramite gesso oppure con interventi chirurgici e supporti di metallo.

Lussazione - Differenza tra lussazione e frattura
La lussazione indebolisce le articolazioni.

Per lussazione si intende lo spostamento permanente dei capi articolari di una articolazione (spalla, dito, anca, ginocchio) dalle normali posizioni.
Viene distinta in lussazione completa o lussazione incompleta, quando è mantenuto un rapporto di contatto tra le due superfici articolari (“sublussazione“).
Le lussazioni si distinguono in traumatiche (per trauma) provocate ad esempio una caduta, congenite (presenti alla nascita) e patologiche (a seguito di malattia).
La lussazione è caratterizzata da dolore, che, di notevole entità, tende a divenire più profondo con il passare del tempo, e da impotenza funzionale dell’articolazione interessata. A casa di una lussazione l’articolazione presenta una deformazione del profilo a causa della maggiore sporgenza dei tratti ossei. Tali alterazioni vengono poi mascherate dall’edema dei tessuti e dal versamento emorragico.
La diagnosi di una lussazione, di assoluta competenza del medico, si effettua principalmente con esami radiografici ed ecografici. La terapia deve ottenere la ricostruzione (“riduzione”) delle normali distanze fra i capi articolari che può essere ottenuta con manovre opportune (“riduzione incruenta“) e raramente con un intervento chirurgico. La riduzione incruenta deve avvenire possibilmente entro le prime 24 ore dalla lussazione, ed essere eseguita a volte in anestesia generale o locale.
Le lussazioni possono essere recidivanti, caratterizzate dal ripetersi con frequenza e facilità sempre maggiori e a seguito di traumi di intensità sempre più modesta. A volte la lussazione può essere anche provocata e ridotta dal paziente stesso con opportuni movimenti.

Frattura - Differenza tra lussazione e frattura
Il gesso è comune nella cura delle fratture.

Frattura è un termine derivante dalla parola latina fractura, fracto (fratto); in meccanica la frattura indica una spaccatura di un corpo solido a seguito di una forza esterna che ne vince i legami tra le molecole che lo costituiscono. In relazione con il termine lussazione, quindi nell’ambito medico, la frattura rappresenta principalmente la rottura di un osso. La frattura può essere di diversi tipi tra i quali composta o scomposta, esposta o chiusa.
La frattura è in media il risultato di un trauma da caduta o in generale da impatto. E’ molto dolorosa e richiede l’intervento di un medico che, dopo le dovute analisi, sceglie come procedere per permettere all’osso di ricostruirsi nel modo corretto. Per le fratture meno gravi può essere sufficiente l’ingessatura che tiene fermo l’arto e l’osso in modo che quest’ultimo possa saldarsi con facilità. In casi di fratture più complesse è possibile sia necessario l’intervento chirurgico e l’applicazione di supporti in metallo o la ricostruzione di alcune parti dell’osso.