Differenza tra killer e sicario

IN BREVE

La differenza tra killer e sicario è abbastanza semplice. Killer è un termine inglese che generalmente si utilizza per indicare un assassino o un omicida, mentre il sicario è un killer che viene assoldato per uccidere o attentare alla vita di qualcuno.
Quindi mentre killer è un termine generale, sicario definisce il movente dell’assassino, cioè i soldi.

Killer - Differenza tra killer e sicario
La copertina del celebre album del gruppo metal Iron Maiden, Killers

Killer è una parola inglese che significa assassino o omicida, cioè colui che toglie la vita a qualcuno con dolo.
Il termine killer è entrato nell’uso quotidiano italiano da moltissimo tempo e sicuramente l’influenza della cultura anglosassone, tramite musica, film e serie tv ha fatto sì che killer entrasse nel parlare comune.
La radice di killer è infatti il verbo uccidere, in inglese “to kill“.
Una teoria vuole che una delle espressioni più utilizzate ed considerate universali come “Ok” sia connessa al termine killer: durante le missioni militari ok veniva utilizzato per indicare il successo delle operazioni con un ottimista “OK“, o meglio O=0 come numero e K=killed ossia uccisi. Quindi zero uccisi, nessuna perdita. Rimane comunque una teoria non provata.

Sicario - Differenza tra killer e sicario
La scena di un omicidio compiuto da un sicario.
Il sicario è un killer, o assassino, che commette un omicidio a pagamento.
I sicari esistono da sempre e sono stati utilizzati da organizzazioni criminali, governi e persone per fare il lavoro sporco in cambio di denaro.
Il sicario in sé non lavora per un ideale particolare ed è considerato una sorta di mercenario fuori legge.
Idealmente il sicario deve essere ovviamente in grado di portare a termine il compito che gli viene assegnato nel modo più pulito ed efficiente possibile, senza mettere in pericolo il “mandante“, nascondendo eventuali collegamenti.
La parola sicario deriva dal latino sica, che in italiano significa coltello.