Differenza tra kayak e canoa

IN BREVE

Kayak e canoa sono due tipi di imbarcazioni leggere che si muovono mediante i remi e alla forza delle braccia. Ad ogni modo, ciascuna di esse è assolutamente unica.
In linea di massima, i kayak vengono utilizzati per le competizioni di velocità grazie alla loro rapidità, mentre le canoe vengono apprezzate per capienza e stabilità.
Questo è dovuto alle differenti forme dei due scafi, alle differenti sedute e alla copertura dello scafo.

Kayak - Differenza tra kayak e canoa
La punta di un kayak.

I kayak, sono dedicati prevalentemente alla competizione su corsi d’acqua turbolenti e con rapide (tipico sport praticato con i kayak è infatti il rafting). I kayak sono imbarcazioni che di solito hanno la copertura sulle gambe dei vogatori, rendendo perfetto il loro utilizzo in acque aperte (mare), di classe 3 o superiore (turbolente). Un kayak monoposto si identifica con K1, un tandem K2, e con K4 un equipaggio di quattro elementi.
La seduta del kayak si trova sul fondo dell’imbarcazione a differenza della canoa, per cui ci si trova con le gambe allungate in avanti, e per remare si utilizza una pagaia a doppia pala.

Canoa - Differenza tra kayak e canoa
La punta di una canoa.

La canoa è un’imbarcazione che viene utilizzata come mezzo di trasporto o per sport, ed è in grado di trasportare molte persone o carichi. Grazie a questi sui pregi la canoa viene utilizzata per escursioni su laghi calmi e può essere utilizzata da tutta la famiglia. Una canoa monoposto viene identificata come C1, mentre una canoa a due posti è identificata con C2 (tandem) ed ha l’abitacolo chiuso. Esistono poi altri due tipi di canoe: OC1 (monoposto aperta) e OC2 (tandem aperta). A differenza del kayak, i canoisti in genere si siedono su un seggiolino all’interno della canoa, oppure in ginocchio sulla scafo della canoa e utilizzano una pagaia con una sola pala.