Dark Light

In breve

Invito e partecipazione sono due comunicazioni messe spesso a confronto nell’organizzazione e in occasione di matrimoni o unioni civili. L’invito serve, appunto, ad invitare parenti, amici e colleghi alla cerimonia e al ricevimento, indicando tutte le informazioni logistiche, i contatti e gli estremi per effettuare il regalo di nozze. La partecipazione serve invece a rendere partecipi altre persone dell’evento e quindi si limita ad annunciarlo senza comportare l’invito o la necessità di effettuare un regalo o ancora di rispondere, anche se consigliato. Ovviamente chi riceve la partecipazione è libero di prendere parte alla cerimonia.
Invito - Differenza tra invito e partecipazione
Gli inviti devono essere spediti o consegnati con un certo anticipo.

Con un invito una coppia esprime la sua diretta volontà a chiedere a qualcun altro di presenziare alla cerimonia del proprio matrimonio o della propria unione civile, partecipando anche al ricevimento successivo, solitamente composto da un banchetto nel quale gli invitati pasteggiano festeggiando gli sposi.

L’invito può arrivare sotto diverse forme, ma la più classica è sicuramente quella cartacea, caratterizzata, a seconda del gusto dei futuri coniugi, da materiali, colori e abbellimenti.

L’invito sotto forma di lettera, infatti, fa già parte dell’organizzazione del matrimonio, ne fa intuire lo stile e fornisce importanti informazioni di logistica e organizzazione.

Un invito comprende solitamente:

  • nome degli sposi;
  • data del matrimonio;
  • ora e luogo della cerimonia;
  • ora e luogo del ricevimento;
  • eventuali disposizioni aggiuntive (ad esempio sanitarie o dress code);
  • data limite della conferma, contatto per conferma e per segnalare allergie o preferenze;
  • indicazioni per permettere agli invitati di fare il regalo di nozze.

L’invito, ovviamente, può essere riferito anche ad altri eventi che non siano un matrimonio, come un battesimo o un’altra celebrazione.

Partecipazione - Differenza tra invito e partecipazione
Alla partecipazione in media si risponde con una lettera o una telefonata di complimenti o auguri.

La partecipazione è una comunicazione ufficiale che la famiglia o gli sposi fanno per rendere, appunto, “partecipi” amici, parenti, colleghi del lieto evento, segnalando gli estremi della cerimonia alla quale possono liberamente partecipare.

La partecipazione è mediamente in forma cartacea, ma il contenuto differisce dall’invito perché mancante delle informazioni legate al ricevimento e al regalo.

Infatti, la natura e la funzione della partecipazione non richiedono conferme o regalie, anche se è gradita una risposta di auguri in forma scritta o telefonica anche se non sono rari i casi in cui vengono inviati fiori come forma di auguri.

Le partecipazioni possono essere utilizzate anche per informare di altri eventi sociali, sia lieti, come una nascita o un battesimo, sia tristi, come un decesso (la classica busta con il nastro nero all’angolo, simbolo di lutto).

Related Posts