Dark Light

In breve

Quando mettiamo a confronto “in ear” e “on ear” stiamo parlando di auricolari e cuffie. E la differenza sta proprio nella semplice traduzione dall’inglese: gli auricolari in ear hanno un’estremità gommata che si inserisce nel condotto uditivo mentre le cuffie on ear hanno una struttura più grande e morbida che si adagia sopra il padiglione auricolare, ma non lo contiene. Gli auricolari in ear sono leggeri poco ingombranti e con buone performance, mentre le cuffie on ear sono più ingombranti, ma sono stabili e non forzano nessun elemento all’interno dell’orecchio.
Auricolari in ear - Differenza tra in ear e on ear
Degli auricolari in ear a filo.

In ear in inglese significa “dentro l’orecchio” ed è il modo con il quale si fa riferimento immediato ad una tipologia di auricolari a filo o wireless che per essere utilizzati vengono inseriti nella prima parte del condotto uditivo.

Gli auricolari in ear sono presenti sul mercato da parecchi anni e hanno via via sostituito le vecchie cuffie degli anni ’90 ad archetto prima con il filo, poi bluetooth.

Più piccole e discrete, sono capaci di far sentire in modo chiaro l’audio facendo aderire bene il cappuccio gommato, fornito in media in tre dimensioni, alla parete dell’orecchio.

La dimensione contenuta degli auricolari in ear e la possibilità di “incastrarli” agevolmente nell’orecchio hanno permesso l’incredibile successo commerciale di auricolari bluetooth indipendenti come Apple Airpods, Samsung Buds, LG Tone Free e di molti altri marchi minori.

SCOPRI AURICOLARI IN EAR SU AMAZON

Cuffie on ear - Differenza tra in ear e on ear
Delle cuffie on ear a filo.

Le cuffie on ear sono dispositivi audio wired e wireless che al posto di inserirsi nell’orecchio come gli auricolari in ear, si appoggiano sopra il padiglione auricolare senza contenerlo.

Questo richiede elementi morbidi spugnosi tenuti insieme da una struttura ad archetto ereditata dalle vecchie cuffie, ma rafforzata, più vistosa e comoda che rende le cuffie on ear scelta prediletta da una buona parte di ascoltatori.

Se le dimensioni possono comunque risultare un problema, al contempo le cuffie on ear garantiscono la qualità audio e il non aver elementi che entrano nell’orecchio.

Le cuffie on ear non vanno confuse con le cuffie over ear: quest’ultime hanno simile struttura, ma nel posizionarsi sopra l’orecchio lo inglobano totalmente, padiglione auricolare compreso. Sono ingombranti ma garantiscono una isolamento e qualità eccezionali e per questo sono solitamente la scelta degli audiofili.

SCOPRI AURICOLARI ON EAR SU AMAZON

Related Posts