Differenza tra igienizzante e disinfettante

Share

IN BREVE

Spesso i due termini vengono intesi come sinonimi, ma non lo sono.
Un igienizzante è un detergente il cui scopo è l’eliminazione dello sporco in modo superficiale. Un disinfettante, invece, è un detergente che ha attività biocida (ossia ha la capacità di ridurre notevolmente la presenza di batteri, funghi e/o virus).
In sostanza, un igienizzante (o detergente) ha la sola funzione di pulire, mentre il disinfettante riduce anche la carica batterica, fungina e/o virale.


Gli igienizzanti sono quotidianamente utilizzati per la normale pulizia in moltissimi ambiti.

Un igienizzante, o detergente, viene utilizzato in diversi ambiti per eliminare lo sporco, tra cui la pulizia degli ambienti e la pulizia personale (es.: latte detergente per la rimozione del trucco sul viso).

L’azione di un igienizzante è determinata principalmente dai tensioattivi, ossia molecole in grado di creare un ponte tra le molecole d’acqua e quelle di grasso; in questo modo lo sporco può essere asportato dall’acqua.

I composti igienizzanti possono trovarsi in commercio sotto diversi formulati (liquido, granulare, solido) e possono essere addizionati con altre molecole che aiutano nella detersione, come gli schiumogeni che aumentano la superficie di contatto del detergente grazie alla formazione di schiuma.

Usare con costanza un igienizzante è importante perché, insieme alla sporcizia, rimuove altre minacce di cui lo sporco è vettore.

I disinfettanti gel per le mani sono solitamente a base alcoolica.

Il disinfettante ha invece un’azione biocida, ossia è capace, a seconda delle caratteristiche del singolo prodotto, di eliminare batteri, funghi e/o spore e virus.

Il disinfettante viene quindi utilizzati per l’abbassamento della carica microbica/fungina/virale su superfici inanimate; spesso vengono confusi con gli antisettici, che invece vengono utilizzati per combattere infezioni all’interno di organismi viventi.

Molti disinfettanti sono a base, cioè hanno come principio attivo, di cloro, come ad esempio l’ipoclorito di sodio e l’Amuchina.

L’ipoclorito di sodio, conosciuto anche come “candeggina” ha attività antimicrobica e si trova in ambito domestico a concentrazione del 5%, mentre per uso industriale si trova in concentrazioni maggiori.

Altri disinfettanti sono invece a base alcoolica come molti prodotti gel per le mani.

You may also like...