Differenza tra hosting e dominio

IN BREVE

Hosting e dominio sono due termini che riguardano il mondo del web. L’hosting è il servizio di fornitura spazio online, ospitato su server e disponibile a differenti usi.
Il dominio è l’indirizzo logico di un sito web, ossia un nome comprensibile all’orecchio umano e, in teoria, semplice da ricordare che un servizio chiamato DNS ha il ruolo di tradurre in indirizzo IP e instradare nella rete.

Hosting - Differenza tra hosting e dominio
Un armadio server che fornisce il servizio di hosting.

Hosting è una parola inglese che deriva da host, ossia ospite o ospitante, e in ambito tecnologico definisce il servizio di foritura spazio web su un server collegato alla rete.
In pratica se un utente vuole aprire un sito web o se vuole mettere delle risorse online (anche una semplice foto), ha bisogno di spazio web misurato in byte, esattamente come un hard disk esterno o come una scheda di memoria.
I servizi di hosting, a secondo del costo (ce ne sono anche gratis), offrono tagli differenti e servizi connessi in base alle differenti necessità della clientela.

Dominio - Differenza tra hosting e dominio
Il dominio www.google.it
Un dominio, o URL, è un nome logico con un’estensione che corrisponde ad un indirizzo IP di un server o ad una determinata cartella contenuta su un server.
Per nome logico si intende una scritta leggibile, riconoscibile e facilmente memorizzabile.
Quando un utente cerca un sito o prova a collegarsi a questo, inserisce prima di tutto il suo dominio nella barra degli URL.
Il browser contatta un servizio di indirizzamento chiamato DNS che si occupa di consultare una tabella con le corrispondenze tra dominio e indirizzo IP, ossia l’indirizzo utilizzato dai computer. Se il DNS non trova corrispondenze del dominio nelle sue tabelle, chiede ai DNS limitrofi.
Quando l’IP corrispondente al dominio richiesto viene trovato, il browser viene messo in contatto con il server corretto. In questo modo comincia lo scambio di dati che permette la navigazione internet.
I domini e le estensioni vengono gestiti e regolamentati dal’organismo internazionale ICANN, che decide quali rendere acquistabili e universalmente riconosciuti.
Le estensioni dei domini, che sono in continuo aumento, dovevano determinare, inizialmente, il settore del sito o la nazionalità: ad esempio .it, Italia, .us, United States, .com, commercial, .org, organization.