Differenza tra hacker e cracker

IN BREVE

In informatica “hacker” e “cracker” sono due tra i termini che vengono utilizzati per indicare persone con una grande conoscenza dei sistemi informatici. La principale differenza tra i due sta nell’atteggiamento con cui agiscono. Un hacker agisce in maniera lecita e legale, esplorando i sistemi in modo da capirne al meglio il funzionamento e cercando di scoprire nuove falle in modo da risolverle e quindi aumentare la sicurezza di un sistema. Un cracker invece utilizza le sue capacità in modo illecito e senza alcun permesso, cercando di entrare nei sistemi per trarne profitto rubando dati o in maniera distruttiva.

Hacker - Differenza tra hacker e cracker
Mark Zuckerberg, creatore di Facebook, è un hacker.

Il termine “hacker” nasce nella seconda metà del 1900 all’interno del MIT (Massachusetts Institute of Technology, è una università statunitense molto conosciuta ed importante nella storia della ricerca e dello sviluppo della tecnologia). Gli hacker cercano di acquisire costantemente nuove conoscenze dei sistemi informatici, in modo da migliorare le funzioni, le prestazioni e la sicurezza di questi. E’ anche vero che essendo in competizione e molto giovani, spesso gli hacker si contraddistinguono con azioni plateali per mettersi in mostra e per mostrare le proprie potenzialità.
Ma le loro azioni difficilmente vengono punite: anzi gli hacker vengono quasi sempre assunti dalle aziende di sicurezza o del settore informatico per sfruttare le loro alte competenze e la loro creatività per fargli testare applicazioni, sistemi di sicurezza e programmi sia in produzione che già sul mercato in modo da bloccare eventuali attacchi presenti, sia per prevenire i problemi che potrebbero nascere in futuro.
Negli ambienti informatici gli hacker godono di una vera e propria fama di esperti e vengono estremamente rispettati. Per questo vengono organizzate delle competizioni con l’obiettivo di “bucare” un sistema o un programma nel minor tempo possibile. Queste competizioni sono chiamate hackathon.

Cracker - Differenza tra hacker e cracker
I cracker sono ricercati e puniti in media dalla Polizia Postale.

L’invenzione del termine “cracker” viene attribuita a Richard Stallman (nota figura del movimento del software libero, creatore del progetto GNU e membro della comunità hacker già dagli anni ’70) che voleva evitare l’abuso del termine “hacker”, differenziando chi agiva in modo lecito e chi illecito.
Un cracker tenta di attaccare sistemi informatici in modo non autorizzato ed illegale, in pratica con dolo, cercando di trarne vantaggio in modo fraudolento sfruttando le vulnerabilità non ancora conosciute e risolte.
Spesso i cracker sono coinvolti in attività di spionaggio industriale, furto di dati e blocco di reti e siti web.