Differenza tra GSM e UMTS

IN BREVE

GSM è lo standard di seconda generazione (2G) della rete di telefonia mobile cellulare, mentre l’UMTS è la sua evoluzione di terza generazione (3G); differiscono, rispetto alle possibilità finali per l’utente, ad esempio per la velocità di trasmissione dati e il numero di servizi multimediali offerti, entrambi maggiori nell’UMTS.

GSM - Differenza tra GSM e UMTS
Il celebre Nokia 3310 era un telefono GSM

GSM è l’acronimo di Global System for Mobile Communications (o Groupe spécial mobile) e consiste nello standard aperto di seconda generazione (2G) della rete di telefonia mobile cellulare; le sue specifiche tecniche furono risolte nel 1987 e il suo utilizzo fu introdotto in Italia nel 1992 (con non pochi problemi di illegittimità per la chiusura alla concorrenza) e segnò un momento rivoluzionario nella telefonia mobile. I suoi vantaggi risiedono nel fatto che la comunicazione è di tipo digitale e le diverse reti possono interoperare basandosi su un unico standard internazionale (il cosiddetto roaming); conseguentemente, si è assistito ad un aumento notevole della velocità di trasmissione dei dati che vengono compressi attraverso una particolare codifica, all’introduzione degli SMS (short message service) e alla cifratura della comunicazione, tutto questo a costi comunque contenuti per l’utente finale. Il miglioramento del GSM ha visto l’introduzione del GPRS (General Packet Radio Service) caratterizzato dall’impiego di pacchetti di dati e dalla possibilità di accedere ad internet e, successivamente, dell’EDGE (Enhanced Data rates for GSM Evolution), ottimizzata in modo particolare nella velocità di trasmissione. L’evoluzione del GSM, quindi il passaggio da 2G a 3G, è avvenuta con l’introduzione del nuovo standard UMTS.

UMTS - Differenza tra GSM e UMTS
Tutti gli smartphone sono UMTS

UMTS (acronimo di Universal Mobile Telecommunications System) è l’evoluzione del GSM ed è noto come 3G (terza generazione); la prima rete UMTS è stata chiamata “3” e ha visto l’inizio della propria operatività nel 2003 nel Regno Unito. L’azienda pioniera di questa tecnologia porta al momento (luglio 2013) proprio questo nome e tutti i servizi offerti sono supportati esclusivamente dall’UMTS. Un telefono GSM, quindi, non potrà accedere ai servizi telefonici della Tre.
GSM e UMTS sono compatibili, quindi la grande maggioranza degli operatori telefonici abbracciano entrambi gli standard. Procedendo con le migliorie del GPRS e dell’EDGE, si assiste anche in questo caso ad un ulteriore velocizzazione del trasferimento dei dati, permettendo l’ampliamento del numero di servizi multimediali fruibili, tra cui videochiamata, videoconferenza e MMS (Multimedia Messaging Service). Le estensioni dell’UMTS sono chiamate UMTS2 e UMTS2+, caratterizzate da una velocità di trasmissione rispettivamente di 1,8 e 3 Mb/sec; con gli ultimi protocolli introdotti (HSDPAHSUPA ed eventuali evoluzioni) si raggiunge una velocità teorica massima in download di 14.4 Mb/sec. Ad oggi è stata pienamente compresa l’importanza della possibilità nei dispositivi mobili di utilizzare sia la rete 3G che quella Wi-Fi, considerate concorrenti. Uno dei problemi dell’UMTS sta nel fatto che gli apparati GSM devono subire modifiche pesanti per sfruttare questo nuovo sistema, al contrario dei pochi interventi software e hardware necessari per adattarli alle reti GPRS ed EDGE.