Differenza tra football americano e rugby

IN BREVE

Anche se possono sembrare sport molto simili, presentano regole ben differenti tra loro, ad esempio nel rugby il passaggio avviene solo all’indietro, mentre nel football è possibile lanciare il pallone anche in avanti, inoltre cambia la modalità in cui si può fare “meta”; sono differenti anche i placcaggi, i tempi di gioco, il numero di giocatori, le divise e la forma del pallone.

Football americano - Differenza tra rugby e football americano
Una scena di gioco di una partita di football americano.

Nel football americano la realizzazione di una meta è basata sull’avanzamento di campo: bisogna arrivare nella zona di touchdown con i piedi e con la palla, quindi si può ricevere il pallone direttamente lì oppure ce lo si può portare e bisogna effettuare almeno 10 yard in 4 tentativi; se non si riesce, si cede la palla alla squadra avversaria. Per questo in campo c’è sempre una squadra che attacca ed una che difende, entrambe composte da 11 giocatori, ognuno con un ruolo ben preciso.
I ruoli nel football americano si invertono e le formazioni cambiano quando la palla passa agli avversari.
E’ possibile lanciare la palla ai compagni sia in avanti, che all’indietro.
Nel football americano il placcaggio può essere frontale anche sull’uomo senza palla e anche a spalla chiusa. Il fallo non comporta perdita della palla. Il pallone da football americano è più piccolo rispetto a quello da rugby e presenta cuciture vistose e un’impugnatura tale da permettere al lanciatore di imprimere maggiore forza e riuscire a fare lanci da oltre 50 metri. In questo sport ci sono 4 tempi da 15 minuti ed è molto frammentato dal punto di vista del gioco, mentre il rugby viene fermato il gioco solo per i falli o le rimesse laterali. Infine, rispetto al rugby, anche l’abbigliamento e le protezioni del football americano sono differenti, infatti sono molto più vistose e ingombranti, come ad esempio il casco, perché gli scontri di gioco sono più pesanti.

Rugby - Differenza tra football americano e rugby
Una scena di gioco di rugby.

Nel rugby, invece, la squadra è formata da 15 giocatori e la palla può passare di mano da una squadra all’altra in qualsiasi momento.
Per questo motivo nel rubgy le formazioni non sono divise tra attacco e difesa,  ma si può sviluppare qualsiasi evoluzione di gioco. L’obiettivo del rugby è di schiacciare la palla oltre la linea di meta.
Regola fondamentale del rugby è che la palla può essere lanciata in avanti solo con i calci, mentre i passaggi di mano possono avvenire soltanto all’indietro, verso compagni più arretrati. Il placcaggio nel rugby deve essere effettuato dalla vita in giù e deve essere il più controllato possibile in modo da far toccare entrambe le ginocchia per terra all’avversario, per non commettere fallo, che può determinare il passaggio della palla agli avversari. Il pallone da rugby è un po’ più grosso di quello da football, di forma ovale e con le cuciture all’interno.
Nel rugby ci sono 2 tempi da 40 minuti, più il famoso terzo tempo dove si mangia e si beve tutti insieme.