Differenza tra fiume e affluente

Share

IN BREVE

Un fiume è un corso d’acqua costante che scorre da monte a valle.
Un affluente è un corso d’acqua, fiume, torrente o ruscello, che confluisce in un altro corso d’acqua.


Con poco più di 650 km di lunghezza, il Po è il fiume più lungo d’Italia.

Un fiume è un corso d’acqua costante che scorre in un letto (detto appunto letto del fiume) nel quale, per forza di gravità, si muove da monte a valle fino a unirsi con altri corsi d’acqua, o sfociare in un lago o in mare.
I fiumi non vanno confusi con torrenti, i quali hanno una portata non stabile che si alterna tra piena e secca, o ruscelli, che sono piccoli corsi d’acqua che prendono vita da una sorgente.
Un fiume può anche essere sotterraneo.

Il punto in cui un affluente si immette in un altro viene detto “confluenza”

Un affluente è un fiume o un torrente (non un canale artificiale) che confluisce in un altro corso d’acqua di dimensione e importanza maggiore contribuendone ad aumentarne la dimensione e la portata.
Uno dei fiumi più importanti in Italia è senza dubbio il Po che taglia tutta la lunghezza la Pianura Padana fino a sfociare direttamente a Venezia. Il fiume Po conta, tra riva destra e riva sinistra, ben 20 affluenti.

You may also like...