Differenza tra emigrazione e immigrazione

IN BREVE

L’emigrazione è il fenomeno che consiste nel lasciare il proprio paese, mentre l’immigrazione consiste, invece, nell’arrivare in un altro paese. Dunque se un italiano va in America, per gli italiani è un emigrato, ma per gli americani è un immigrato.

Emigrati - Differenza tra emigrati e immigrati
Degli emigrati salutano con entusiasmo la Statua della Libertà di New York, simbolo della fine del lungo viaggio.

Il termine emigrazione significa “andare via dal proprio paese”, per cui consiste nel fenomeno sociale che porta una persona o una porzione di una popolazione a spostarsi dal proprio luogo d’origine verso un altro paese. Ad esempio, se una persona che abita in Italia va via dal proprio paese, si dice che è emigrato dall’Italia.
Le motivazioni che possono scatenare questo fenomeno possono essere molteplici: per motivi economici, politici, sociali, religiosi, sentimentali, ma anche per motivi di lavoro e istruzione, oppure per sfuggire alla giustizia o alla guerra.

Immigrazione
Una foto di immigrati europei all’arrivo in America, da Wikipedia.it

Il termine immigrazione, invece, significa “arrivare dentro un altro paese”, dunque indica il trasferimento di una o più persone in un paese diverso da quello d’origine, che può essere permanente o temporaneo. Ad esempio, se un italiano si trasferisce in America, l’atto dell’arrivare in America è detto immigrare, per cui per gli americani egli sarà un immigrato. Anche in questo caso tale fenomeno può essere legato a cause ambientali, economiche e sociali, politiche, guerre in atto, persecuzione ecc. Anche gli spostamenti all’interno di uno stesso paese può essere considerato un tipo particolare di migrazione interna.