Differenza tra costo e investimento

IN BREVE

Il costo definisce in sé una spesa in uscita per l’acquisto di un bene, un servizio o una risorsa senza avere necessariamente un beneficio economico.
L’investimento è invece una spesa ragionata per acquistare un bene, un servizio o una risorsa dal quale ci si aspetta a lungo o breve termine un ritorno economico o immateriale positivo.

Costo - Differenza tra costo e investimento
Per le aziende con macchinari e stabili uno dei costi maggiori è quello di manutenzione.

Il costo è una spesa effettuata per acquistare beni, servizi, risorse etc.
I costi per un’azienda sono le spese sostenute per i dipendenti, per le spese di rappresentanza, per i materiali che servono a produrre i beni o servizi, ovvero tutto quello che serve per far funzionare l’azienda. Il confine fra costi ed investimenti è comunque molto sottile: anche un costo si può rivelare un’investimento. Per un’azienda infatti, il costo di una nuova macchina può rivelarsi un investimento per migliorare la propria produzione oppure il costo sostenuto per avere dipendenti più qualificati può essere un investimento per migliorare la qualità dei servizi offerti. Anche a livello personale, per esempio, il costo per seguire un corso di aggiornamento o ottenere ulteriori certificazioni, potrebbe rivelarsi un investimento a lungo termine per cercare di avere un avanzamento di carriera.
I costi possono essere definiti superflui quando riguardano l’acquisto di beni di non primaria necessità. Per esempio quando si acquista un paio di scarpe in più, senza avere la necessità di doverle cambiare, allora si parla di un costo superfluo. Ci sono costi, inoltre, che invece bisogna definire obbligati: sono quelli che riguardano l’acquisto di beni primari. Per esempio l’acquisto del cibo, dell’affitto, della benzina oppure le utenze riguardanti la nostra abitazione. In questo caso si tratta, quindi, di soldi spesi per beni e servizi assolutamente necessari e da cui non ci si può esimere dal pagamento.

Investimento - Differenza tra costo e investimento
La formazione sia in campo privato che professionale è uno dei migliori investimenti.

Un investimento corrisponde a soldi, risorse e tempo impiegati da un’azienda, da un gruppo o da una persona per poter trarne dei vantaggi un domani.
Il concetto di investimento, infatti, è quello di “investire” ovvero utilizzare delle risorse affinché queste un domani possano restituirci di più di quanto si sia dato. Gli investimenti possono essere di ogni genere: possono essere investimenti finanziari ovvero basati sull’acquisto di azioni, obbligazioni, valute che poi andranno rivendute più avanti quando si apprezzeranno di valore per poter realizzare una plusvalenza ovvero un guadagno.
Esistono anche gli investimenti immobiliari: ovvero acquistare un immobile per avere una rendita d’affitto oppure aspettare che il mercato immobiliare si apprezzi per rivenderlo ad un prezzo più elevato. Esistono tuttavia investimenti che non riguardano un puro ritorno economico. Anche il tempo, in senso figurato, può essere “investito“: si possono infatti passare ore della propria vita ad investire su un rapporto con la propria fidanzato o per migliorare il dialogo con i propri figli. Si può “investire” del tempo leggendo un libro, aumentando così la propria cultura. In questo caso, questi investimenti non riguardano un ritorno economico, o almeno un guadagno diretto ma un guadagno nelle relazioni interpersonali o nella nostra conoscenza che potrebbero portare comunque ad un miglioramento eventuale della nostra vita.