Differenza tra cipria e terra

IN BREVE

Cipria e terra sono entrambi cosmetici che possono presentarsi in forma compatta o in polvere e vengono utilizzati per truccare il viso, ma hanno funzioni ben diverse; mentre la cipria, che viene stesa sul fondotinta, serve per asciugare, fissare il trucco e opacizzare le varie zone del viso, la terra ha un colore più scuro e viene applicata successivamente per donare al viso un effetto abbronzante e scurente.

Cipria - Differenza tra cipria e terra
La cipria è venduta di piccoli cofanetti facili da trasportare.

La cipria è un cosmetico che viene applicato sul viso e ha principalmente due funzioni: quella di opacizzare la pelle e di fissare il trucco, soprattutto quando è stato impiegato del tempo a creare un make up perfetto, e si vuole che rimanga intatto durante la giornata. La cipria si stende con una spugnetta soprattutto in zone come il naso e la fronte oppure per un effetto più marcato su tutto il viso ed il collo o con un pennello da fard o da terra per un effetto più naturale. Al contrario della terra non è assolutamente consigliabile l’utilizzo quotidiano della cipria, perché è un prodotto che ostruisce i pori, compromettendo la regolare traspirazione della pelle e favorendo la nascita dei temutissimi punti neri. La cipria è consigliata in particolare per chi ha una pelle mista o grassa e si può trovare in commercio in polverecompatta, o più raramente anche in gel o in silicone che si applicano picchiettandole sul viso al fine di mimetizzare pori e opacizzare. Per quanto riguarda la colorazione esistono diversi tipi di ciprie e non solo quelle con pigmentazioni simili alla pelle: quindi sul beige chiaro, rosate, calde o scure, ma anche fortemente colorate come gialle, verdi o lilla che servono per dare per un effetto illuminante e allo stesso tempo correttivo. Inoltre vi sono anche ciprie trasparenti e traslucide.

Terra - Differenza tra cipria e terra
La terra è conosciuta anche come terra abbronzante.

Il termine terra è un’abbreviazione di terra abbronzante, con il quale si indica un prodotto pigmentato (cioè colorato) tipicamente femminile utilizzato per truccare il viso, molto diffuso specialmente durante il periodo estivo per dare luminosità e in particolar modo creare un effetto abbronzato scolpendo i tratti e i lineamenti del viso. Se applicato correttamente su diverse zone del viso, la terra simula perfettamente il colorito del sole senza sembrare artificiale dando così un effetto naturale. Innanzitutto è molto importante rendere più opaco il viso con un velo di cipria, perché se la pelle è poco asciutta si rischia di provocare della macchie; servendosi di un pennello medio-grande a punta tonda bisogna poi applicare la terra con movimenti circolari partendo dalle zone centrali del viso e sfumandole verso i contorni e l’esterno. Dunque deve essere applicata rispettivamente prima sulla fronte, poi su naso e mento, e infine sugli zigomi. La terra è molto utile anche per creare effetti di chiaroscuro e può essere utilizzata anche come ombretto per dare un effetto più naturale al trucco. E’ consigliabile utilizzare per l’applicazione un pennello abbastanza grosso e folto. In commercio esistono terre abbronzanti compatte oppure in polvere, entrambe sono adatte per tutti i tipi di pelle e, specialmente quelle compatte, non inumidiscono eccessivamente la pelle rendendola grassa come i fondotinta.