Differenza tra Cattolici e Protestanti

IN BREVE

Autorità della Scrittura, Autorità del papa, Opere di Bene per la salvezza e Purgatorio sono i principali temi di divergenza fra le due dottrine.

Possiamo identificare, fra le molte, due principali differenze fra Cattolicesimo e Protestantesimo

Autorità della Scrittura

La prima differenza fra Cattolicesimo e Protestantesimo riguarda la sufficienza ed autorità della Scrittura.

I protestanti credono che soltanto la Bibbia sia l’unica fonte della rivelazione di Dio all’umanità, e che contenga tutti gli insegnamenti necessari per salvezza dal peccato. Questa dottrina è conosciuta col nome di “sola Scriptura” (è uno dei “cinque sola”, termine latino per “soltanto”) che furono alla base della Riforma protestante.

I cattolici invece respingono la dottrina del “sola Scriptura” e credono che sia la Bibbia sia la tradizione sacra cattolico-romana siano egualmente determinanti. Molte dottrine cattolico-romane, come il purgatorio, i santi, l’adorazione  della Madonna, hanno per esempio ben poco fondamento nelle Scritture.

Autorità del papa.

Una seconda differenza fra Cattolicesimo Protestantesimo, in qualche modo correlata, riguarda l’autorità del papa.

Secondo il Cattolicesimo, il papa è il sostituto di Cristo come capo visibile della Chiesa.  In quanto tale, ha autorità sulle questioni di fede e di pratica, e i suoi insegnamenti sono da considerarsi infallibili e vincolanti per tutti i cristiani.

protestanti credono che nessun essere umano sia infallibile e che soltanto Cristo sia il capo della Chiesa. I protestanti credono che l’autorità della chiesa non derivi dalla successione apostolica, quanto piuttosto dalla Parola di Dio. Il Cattolicesimo insegna che soltanto la Chiesa Cattolica possa interpretare la Bibbia in modo corretto, mentre il Protestantesimo crede che Dio abbia mandato lo Spirito Santo per dimorare nel credente, abilitandolo tutti a comprendere il messaggio della Bibbia.

Salvezza

Terza differenza fondamentale tra il Cattolicesimo e il Protestantesimo rigurada la salvezza dai peccati. I cattolici insegnano che, per essere salvato, il cristiano deve confidare nella fede più le “opere meritorie”. Sono anche essenziali  i sette sacramenti, che sono: battesimo, confermazione, eucaristia, penitenza, unzione degli infermi, ordine sacro e matrimonio.

I protestanti credono invece, che i credenti siano giustificati da Dio in quanto tutti i loro peccati sono stati scontati da Cristo sulla croce. Questi ultimi inoltre non credono nel Purgatorio, presente soltanto nella dottrina Cattolica.