Differenza tra bomba e granata

IN BREVE

Bomba e granata indicano delle armi. Più precisamente il termine bomba è un termine generico con il quale si indica un qualsiasi ordigno atto ad esplodere e studiato per fare più danni e vittime possibili con la deflagrazione. La granata, in particolare, è un tipo di bomba che può essere usata come arma personale da lancio (bomba a mano) o come proiettile.

Bomba - Differenza tra bomba e granata
Un caccia bombardiere statunitense scarica delle bombe.

Una bomba è un’arma studiata per esplodere e creare più danni e vittime possibili in modo più o meno mirato con la forza distruttiva della deflagrazione.
Esistono migliaia di tipi di bombe differenti in continua evoluzione che si basano su un innesco elettronico o meccanico che attiva una violenta reazione chimica.
La potenza della bomba dipende dal materiale esplosivo utilizzato e dalla costruzione dell’involucro che la costituisce. E’ praticamente impossibile elencare tutti i diversi tipi di bombe esistenti in questo spazio: ci sono bombe dotate di propulsione, i così detti missili, o quelle che, lanciate da un caccia bombardiere, usano solo la forza di gravità per colpire il bersaglio. Altre bombe più piccole possono essere proiettili di mortai o bombarde, cannoni o lanciarazzi, granate o mine.
Di triste fama gode la bomba nucleare che sfrutta una reazione termonucleare per scaturire un’impressionante potenza distruttiva.
A seconda del tipo di obiettivo le bombe sono studiate per comportarsi in modo differente: basti pensare al tipo di innesco: miccia, a scatto, temporizzato, ritardato, a pressione, etc…
Tristemente note sono le bombe utilizzate per attacchi terroristici costruite in modo artigianale e nascoste in punti insospettabili tra i civili.
L’utilizzo degli armamenti e delle bombe è ufficialmente regolamentato dalla Convenzione di Ginevra.

Granata - Differenza tra bomba e granata
Un soldato tedesco della II Guerra Mondiale mentre lancia una granata.

La granata è un proiettile o un tipo di bomba che contiene esplosivo o altre materie studiate per colpire ed eliminare un bersaglio. Le granate possono essere esplosive, luminose, incendiarie o contenenti gas.
Come proiettili le granate vennero utilizzate dapprima negli obici: la loro forza distruttiva univa la forza dell’esplosione con l’impatto violentissimo.
Come arma personale, invece, le granate si svilupparono come importante arma d’assalto: le così dette bombe a mano caratterizzarono anche l’immaginario collettivo con forme iconiche indissolubilmente legate all’equipaggiamento militare.
Le forme delle granate studiate dai vari eserciti servivano per aiutare i militari nelle loro azioni. La celebre granata somigliante ad un piccolo ananas non era, ad esempio, studiata non solo per deflagrare, ma anche per lanciare pezzi del guscio di ghisa incisi come proiettili.
Oggi esistono anche granate ad uso civile: alcune servono per illuminare, altre per combattere gli incendi soffocando con un’esplosione di agenti chimici le fiamme.