Differenza tra biologico e ecosostenibile

IN BREVE

Biologico ed ecosostenibile sono termini molto attuali che si riferiscono al rapporto e agli approcci che l’uomo ha con la natura. Biologico è principalmente utilizzato, anche a livello legislativo, per indicare un tipo di produzione agricolo e di allevamento che rispetti il più possibile i cicli naturali e gli animali, cercando di evitare l’utilizzo di prodotti sintetici. In pratica viene utilizzato, spesso a sproposito, come sinonimo di “naturale”. Ecosostenibile viene invece utilizzato per definire tutte quelle pratiche che tengono conto dei limiti e delle debolezze dell’ambiente in cui l’uomo opera, studiando processi costruttivi, di gestione e turistici che si integrino il più possibile con la natura ospitante.

Biologico - Differenza tra biologico e ecosostenibile
Il marchio di un prodotto alimentare biologico.

Biologico è un termine che indica qualcosa inerente allo studio della vita (bio-logico) ed è quindi riferito a tutto ciò che è “naturale” e non modificato in modo artificiale. Nel parlare comune e soprattutto in un’ottica commerciale, il termine “biologico” è stato accostato al settore alimentare riferendosi, quindi, a un tipo di agricoltura e allevamento che cerca il più possibile di non utilizzare o eliminare del tutto tecniche di coltivazione o crescita aggressive e con l’utilizzo di elementi chimici.
L’idea di base si fonda sul collegamento “biologico=più naturale, più sano”, alle volte criticato perché considerato troppo semplicistico.
Dato l’abuso del temine “biologico” da parte dei produttori e dei rivenditori di alimenti, è stata varata a difesa dei consumatori un regolamento CE che determina e chiarisce la definizione di “biologico” e richiede un severo controllo dell’etichettatura del prodotto finito.
Collegamento al Regolamento (CE) n. 834/2007 del consiglio Europeo riguardo alla produzione e all’etichettatura dei prodotti biologici.

Ecosostenibile - Differenza tra ecologico e ecosostenibile
Uno splendido esempio di edilizia ecosostenibile in una foresta. Questa è la “stanza” del Free Spirit Hotel in Canada.

Ecosostenibile è un concetto decisamente importante applicabile a decine di ambiti, in quanto rappresenta tutte quelle azioni e pratiche che cercano di essere intelligentemente inserite in una logica di sostenibilità e rispetto dell’ambiente. In quest’ottica le pratiche ecosostenibili industriali, edili, agricole e turistiche tengono profondamente conto dei limiti ambientali, paesaggistici, rigenerativi e faunistici della natura del luogo.
Un’agricoltura ecosostenibile, ad esempio, tiene conto dell’impoverimento del terreno coltivato, del tipo di vegetale coltivato e del suo impatto sulla fauna indigena.
L’edilizia ecosostenibile cerca invece di trovare materiali, design, tecniche di costruzione e di condizionamento a basso impatto.
Interessante è anche il turismo ecosostenibile, cultura che pone l’attenzione su un turismo sviluppato in strutture sostenibili e propone attività rispettose dell’ambiente ospitante.