Differenza tra azioni e quote

IN BREVE

Sia le azioni che le quote sono rappresentative del patrimonio sociale di una società, ma le azioni sono dei titoli che rappresentano una quota del capitale sociale di una società (S.p.a.) e danno diritto a diventare socio della stessa; inoltre le azioni circolano con le modalità proprie dei titoli di credito. Si parla invece di quote nelle S.r.l., in cui il capitale sociale non può essere suddiviso in azioni; le quote possono essere anche di diverso ammontare e sono trasferibili in base alle regole generali sulla trasmissione dei crediti.

Azione - Differenza tra azione e quota
La BMW è una società per azioni.

L’azione è un titolo che rappresenta una quota del capitale sociale della società emittente, che da quindi il diritto a diventare un socio della società stessa ed esprime la misura della partecipazione al capitale di rischio dell’impresa. Il valore complessivo delle azioni di una società è detto capitalizzazione. È possibile emettere diverse tipologie di azioni:

azioni ordinarie: danno al possessore amministrativi e patrimoniali tra cui quello di partecipare alle assemblee ordinaria e straordinaria, il diritto di rimborso del capitale in caso di scioglimento della società, il diritto di opzione in caso di aumento del capitale e il diritto di voto;

azioni privilegiate: sono azioni nominative che assicurano all’azionista la precedenza nella ripartizione degli utili, ma subiscono limitazioni nel diritto di voto, che può essere usato solo nelle assemblee straordinarie;

azioni di risparmio: non danno diritto al voto nell’assemblea, ma sono privilegiate nella distribuzione del dividendo;

azioni a voto limitato: come quelle privilegiate limitano il diritto di voto;

azioni correlate: forniscono diritti patrimoniali correlati ai risultati dell’attività sociale in un determinato settore;

azioni postergate: azioni che hanno diverse modalità di partecipazioni alle perdite: l’azione subisce la perdita solo dopo il totale annullamento delle altre azioni;

azioni di godimento: sono delle azioni assegnate come rimborso all’ex azionista nel caso in cui le sue azioni siano state annullate per via di una riduzione del capitale sociale dovuta ad esuberanze: esse attribuiscono un diritto di partecipazione agli utili futuri, ma non rappresentano una quota di capitale sociale.

Il vantaggio dell’emissioni di azioni per l’azienda emittente è rappresentato dal recupero di liquidità finanziaria necessaria per eventuali investimenti, mentre gli azionisti hanno diritto a ricevere una quota dei profitti dell’azienda noti come dividendi, oltre a possibili guadagni derivanti dalla vendita delle azioni stesse in seguito a quotazione sul mercato azionario. Caratteristiche fondamentali delle azioni sono che: ogni socio può possedere da un’azione ad un elevato numero di azioni, ma la singola azione è indivisibile;  hanno tutte di uguale valore nominale, poiché il capitale sociale viene suddiviso in un numero predeterminato di parti di identico ammontare; la loro circolazione è tendenzialmente libera e infine le azioni possono essere rappresentate da titoli di credito.

Quota - Differenza tra azione e quota
La Coca Cola Italia è una Srl

Con il termine quota si suole indicare la parte di tutto ciò che spetta a qualcuno, in genere un valore numerico di una quantità; infatti le quote sono solitamente espresse in percentuale del capitale. Si parla di quote nelle S.r.l. (società a responsabilità limitata), mentre parliamo di azioni nelle S.p.a. (società per azioni) e nelle società in accomandita per azioni. Le S.r.l. appartengono ad una delle categorie delle società di capitali, in cui il capitale sociale non può essere suddiviso in azioni, pertanto la partecipazione sarà caratterizzata da “quote”; pertanto i diritti spettano ai soci in misura proporzionale alla partecipazione da ciascuno posseduta. Le quote di solito sono liberamente trasferibili, tuttavia l’atto costitutivo può vietare o limitare il loro trasferimento. Caratteristiche fondamentali delle quote sono:

– il capitale sociale è suddiviso in parti in base al numero dei soci; infatti il numero iniziale delle quote corrisponde al numero dei soci iniziali: ogni socio diventa titolare di un’unica quota (le quote sono divisibili);

– possono avere diverso valore,  in quanto l’ammontare di capitale sottoscritto da ciascun socio può essere differente;

– i diritti sociali vengono attribuiti in proporzione alla partecipazione al capitale sociale (lo statuto può tuttavia attribuire particolari diritti amministrati e patrimoniali ai singoli soci);

– le quote non possono essere rappresentate da titoli di credito;

– l’atto costitutivo può escludere o limitare il trasferimento delle quote;

– non sono ammissibili categorie di quote, come avviene invece per le azioni.