Differenza tra APS-C e full frame

IN BREVE

APS-C e full frame (o pieno formato) sono due tipi di sensori digitali che differiscono per dimensione. Mentre il sensore full frame ha le stesse dimensioni della pellicola da 35 mm, l’APS-C è più piccolo. Il full frame è molto performante, permette un angolo molto ampio (grandangolo) e produce immagini molto definite. L’ASP-C costa meno, è più compatto e ingrandisce per 1,5 (fattore di crop) le lunghezze focali degli obiettivi utilizzati. I sensori a pieno formato sono utilizzati su fotocamere digitali di alto e altissimo livello, mentre l’ASP-C è molto diffuso su tutte le fotocamere di medio e buon livello.

APS-C - Differenza tra APS-C e full frame
Il corpo senza obiettivo della Canon 500D mostra il sensore APS-C.

Il termine APS-C (Advanced Photo System Classic – Sistema avanzato per foto) rappresenta un formato abbastanza ben definito di sensori per fotocamere digitali di media e buona qualità. Le dimensioni degli APS-C variano a seconda delle case produttrici ma si attestano attorno ai 22,2 – 23,6 mm X 15,7 – 14,8 mm mantenendo rigorosamente il rapporto 3:2 . I sensori APS-C sono più piccoli, quindi, delle vecchie pellicole e questo comporta una serie di vantaggi-svantaggi. Essendo più piccolo, il sensore APS-C è come se “ritagliasse” una parte dell’immagine rispetto al pieno formato facendo un “finto ingrandimento”. Per calcolare la lunghezza focale effettiva, la si deve moltiplicare per il fattore di crop (in inglese crop significa ritaglio) di 1,5. Usando quindi le stesse ottiche delle fotocamere tradizionali (35 mm) l’effetto sarà di ingrandimento. Da una parte sia avrà quindi un effetto positivo (ingrandimento), dall’altra questa caratteristica non permette di raggiungere facilmente focali grandangolari. Va da sé poi che essendo l’ASP-C più piccolo, tutti i meccanismi ad esso legati possono essere più compatti. Infine l’ASP-C è più economico di un sensore full frame. Nonostante questo sono montati su tutte le fotocamere digitali di buon livello, fino alle reflex semi-pro. A livello professionale, però, sono richiesti la definizione e le caratteristiche del sensore full frame.

 

Full Frame - Differenza tra APS-C e full frame
Il corpo senza obiettivo della Nikon D700 mostra il grosso sensore full frame.

Col termine full frame o pieno formato si intendono quei sensori digitali che hanno la stessa dimensione di una pellicola da rullino, cioè 24 X 36 mm. Questi sensori sono particolarmente costosi e vengono montati solo su fotocamere di alto e altissimo livello dato che possono garantire elevate rese fotografiche. I sensori full frame permettono alle fotocamere reflex che li montano di evitare il fattore di crop quindi di avere un angolo più ampio. Inoltre la generosa dimensione del sensore permette di avere foto più luminose anche se costringe all’assemblaggio di elementi più grossi. Viene naturale comprendere che disponendo di un’area maggiore, il sensore a pieno formato possa offrire un numero di pixel molto maggiore che si traducono in un’incredibile definizione dei dettagli.