Differenza fra Iliade e Odissea

Share

IN BREVE

Sia l’Iliade che l’Odissea sono due poemi epici attribuiti ad Omero e narrano in successione le vicende che hanno riguardato la fine della Guerra di Troia e che gli sono succedute.
L’Iliade parte dall’evento che scatena l’ira di Achille fino ad arrivare alla consegna del corpo di Ettore al padre Priamo attraverso il racconto dei personaggi mitici e delle loro vicende che si intrecciano e si scontrano. L’Iliade, infatti, rende protagonista la storia in sé arricchendole con personaggi di enorme spessore come il il “pelide Achille”, Ettore o Agamennone e il loro rapporto con gli Dei.
L’Odissea racconta del travagliato ritorno nella patria Itaca di Ulisse al termine della Guerra di Troia. Ed è proprio Ulisse l’unico grande protagonista dell’opera, eroe forte, ma soprattutto scaltro, curioso e profondo. Attorno alle sue scelte e alla sua persona si dipanano tutte le vite degli altri personaggi.


Una statua di Achille a Londra, in Hyde Park Corner.

L’Iliade è in ordine cronologico il primo tra le due opere, e tratta degli ultimi 51 giorni della Guerra di Troia decisi dall’ira dell’eroe Achille in seguito alla morte dell’amico e amante Patroclo ucciso da Ettore sul campo di battaglia.

L’Iliade è caratterizzata da litigi, capricci e onore, gelosie, rabbia e dai vezzi e gli inganni degli Dei schierati con una o con l’altra parte.

Achille, prima ritiratosi dalla battaglia e mosso dalla sete di vendetta uccide e umilia il cadavere di Ettore sceso a combattere l’Eroe conscio delle poche possibilità di rimanere in vita.

Il poema si conclude con una scena di pietà: il padre di Ettore, divorato dal dolore per la morte e l’umiliazione del corpo del figlio chiede e ottiene il cadavere di Ettore da Achille per dargli degna sepoltura.

I principali protagonisti dell’Iliade sono Achille, Agamennone, Menelao, Aiace ed Ulisse dalla parte dei greci assedianti, Ettore, Priamo, Paride, Cassandra, Ecuba da parte dei Troiani.

Achille verrà poi ucciso da una freccia avvelenata scoccata da Paride, fratello di Ettore e corresponsabile della guerra, che lo colpirà nel suo unico punto debole: il tallone.

Tra tutti i personaggi dell’Iliade spicca l’acume di Ulisse: sarà proprio il Re di Itaca a consigliare all’esercito di Agamennone di utilizzare lo stratagemma del cavallo di Troia nel quale si nascose un drappello di soldati che espugnarono la città aprendo le porte all’esercito fuori dalle mura mettendo fine alla guerra.

Ulisse ritratto su un vaso mentre legato all’albero maestro tenta di resistere al canto delle sirene.

L’Odissea tratta invece del ritorno a casa dell’eroe Ulisse, anche chiamato Odisseo, e del suo lunghissimo viaggio verso l’isola di Itaca dopo la presa della città di Troia.

Il personaggio di Ulisse è molto complesso e viene descritto non solo dal narratore, ma dalle scelte che compie.

Nell’Odissea, infatti, Ulisse mostra tutta la sua determinazione, sprezzo del pericolo, ma anche capacità di comando, attaccamento alla famiglia e soprattutto curiosità.

Curiosità e sicurezza che vengono viste come mancanza di rispetto nei confronti degli Dei verso cui Ulisse non è riconoscente e che gli costeranno azioni di ostacolo e che renderanno l’Odissea il complesso viaggio tanto amato dal pubblico.

I principali protagonisti sono Ulisse, Penelope, la maga Circe, la dea Calipso, Eolo il Dio dei Venti, Atena, Telemaco (figlio di Ulisse). Personaggi divenuti celebri da questo epico racconto sono il Ciclope Polifemo, battuto con l’astuzia, le sirene ammaliatrici, sfidate e vinte, e la maga Circe.

You may also like...