Differenza fra deficit e PIL

IN BREVE

Il deficit si riferisce ad una situazione economica-finanziaria nella quale un’impresa ha in bilancio costi maggiori dei profitti, oppure quella in cui uno Stato nazionale possiede maggiori uscite che entrate. In quest’ultimo caso, spesso si parla di deficit nazionale in relazione al Pil (Prodotto Interno Lordo), ovvero alla capacità della nazione di produrre un reddito sufficiente alla copertura del debito pubblico.

Il termine deficit si riferisce alla situazione economica o di un’impresa in cui i costi sono superiori ai ricavi, o di un ente pubblico nel quale le uscite superano le entrate. In particolare si parla di deficit pubblico dello Stato in riferimento alla differenza annua tra i costi dell’amministrazione statale e le entrate derivanti dalle imposte dirette e indirette versate da imprese e cittadini. Il deficit è dunque un risparmio pubblico negativo. In generale il deficit si verifica quando il passivo di bilancio supera l’attivo. Viene quindi chiamato anche debito pubblico.

PIL Prodotto interno lordo - Differenza tra deficit e PIL
Il PIL italiano dal 1960 al 2010 fornito da Google.

Il PIL (Prodotto Interno Lordo) è un parametro macroeconomico che esprime il valore cumulativo di beni e servizi prodotti all’interno di un Paese in un certo periodo di tempo (generalmente l’anno) e rivolti ad usi finali; non vengono quindi inseriti nel calcolo totale i beni destinati a consumi intermedi. Il PIL può essere anche definito come il valore della ricchezza o del benessere di un paese. Le dimensioni del deficit pubblico vengono solitamente prese in considerazione in rapporto al PIL (Prodotto Interno Lordo) per dare una valutazione più completa.