Differenza tra Facebook e Twitter

IN BREVE

Le differenze tra Facebook e Twitter sono molteplici: entrambi sono Social Network ma mentre Facebook è una vera e propria piattaforma sociale sulla quale sono possibili molteplici interazioni (dai giochi alla chat) e condivisioni, twitter è una piattaforma di “micro-blogging” che permette aggiornamenti di stato limitati nel numero di caratteri (140) e la condivisione di alcuni contenuti (link, foto, posizione). Entrambi sono piuttosto giovani e sono valutati con 9 zeri. Facebook ha una base di utenza molto più ampia di Twitter e in più sta riuscendo bene nel processo di monetizzazione del suo business.

Facebook
Il logo di Facebook

Facebook, che prende il nome dall’annuario tipico delle scuole americane, è un sito di social networking nato nel 2004 da studenti della Harvard University.
Permette agli utenti registrati di “collegarsi” con conoscenti, amici, parenti e sconosciuti, condividendo con loro delle informazioni personali quali interessi, hobby e dati sensibili. Molta della forza di Facebook ruota sulla condivisione di contenuti: si possono infatti condividere con facilità foto, link, video e in tutti questi elementi è possibile “richiamare” i propri amici con dei tag coinvolgendoli. Facebook sta conoscendo un’incredibile espansione (1 miliardo e 390 milioni di utenti attivi a gennaio del 2015) ed aggiunge di continuo nuove funzioni; in particolare sta riscuotendo molto successo la versione “mobile” del social network grazie alla versione del sito per cellulari e alle applicazioni dedicate come Facebook Messenger.
La monetizzazione del servizio offerto è basato sulla pubblicità targettizzata grazie alla gigantesca mole di informazione che gli utenti volontariamente rilasciano sul sito.
Due sono i punti oscuri e molto discussi di Facebook: l’accentramento di così tante informazioni in un solo contenitore e la gestione della privacy degli utenti, tema scottante e di continua attualità.

Twitter
Il logo di Twitter

Twitter è nato nel 2006 e può essere inteso come la naturale evoluzione degli SMS portati su internet. Twitter, che prende il nome dal verbo to tweet, in inglese cinguettare, è un servizio di micro-blogging in tempo reale, ossia di micro comunicazioni di un utente verso il web. I messaggi non possono superare i 140 caratteri e spesso i tweet troppo lunghi vengono accorciati in link. L’utente può essere seguito o seguire altri utenti vedendo in evidenza i tweet più interessanti. Si possono anche condividere informazioni come collegamenti ipertestuali, posizioni (geolocalizzazione) e foto. Nonostante sia molto utilizzato, soprattutto nel mondo anglosassone, Twitter al momento non ha un vero e proprio metodo di monetizzazione e per questo è considerato una possibile bolla finanziaria dato che la sua valutazione all’inizio del 2011 era di circa 7 miliardi di dollari.

Entrambi i social network si interfacciano con altri siti e tra di loro per creare un unico flusso comunicativo. Inoltre Twitter da molti è considerato un canale comunicativo più impegnato rispetto al più diffuso Facebook. Nonostante questo entrambi i servizi soffrono di continue ondate di spam.