mercoledì 20 settembre 2017
Coupon OnePlus 5
Coupon OnePlus 5
Coupon OnePlus 5
Home Natura Animali

Animali

Cammello - Differenza tra cammello e dromedario

Differenza tra cammello e dromedario

Cammello e dromedario sono entrambi animali da deserto, ma presentano sostanziali differenze: la zona di diffusione e alcune evidenti caratteristiche fisiche.

Differenza tra gufo e civetta

Sono due uccelli rapaci notturni che differiscono principalmente per dimensione, la civetta è più piccola, e per particolari anatomici. Entrambi possono essere scambiati e confusi con l'allocco.
Cervo - Differenza tra cervo e daino

Differenza tra cervo e daino

Sono due mammiferi entrambi appartenenti alla famiglia dei Cervidi, ma che possiedono caratteristiche biologiche e morfologiche molto differenti tra loro; tra le differenze più evidenti, che permettono di distinguerli, ci sono le dimensioni e il peso, la diversa forma dei palchi e il colore del mantello.
Famosa immagine di un mulo che segue il suo conducente Alpino

Differenza tra mulo e asino

Il mulo è un animale particolarmente resistente che deriva dall’incrocio tra un asino e una cavalla, mentre l’asino è un animale che non proviene da incroci.
Cervo - Differenza tra cervo e capriolo

Differenza tra cervo e capriolo

Sono due specie differenti di Cervidi, che possiedono caratteri biologici e soprattutto morfologici molto differenti tra loro; le principali differenze, che permettono di distinguerli, consistono nelle dimensioni, infatti il cervo è di taglia molto più grossa, la forma e le dimensioni dei palchi, più grandi e complessi nel cervo.
Cavalletta - Differenza tra grillo e cavalletta

Differenza tra grillo e cavalletta

Sono principalmente tre i caratteri che permettono di distinguere i grilli dalle cavallette: il colore, che nella cavalletta va dal verde al marrone, mentre il grillo è nero; la forma del corpo, la prima è più grossa e di forma allungata, mentre ilo secondo è più piccolo e tozzo; infine il verso del grillo è molto stridulo, è il tipico "cri-cri" udibile a lunghe distanze. Per il resto sono molto simili e infatti vengono spesso confuse.
Cerbiatto - Differenza tra cervo e cerbiatto

Differenza tra cervo e cerbiatto

Il cerbiatto è semplicemente il nome che viene comunemente attribuito al cucciolo del cervo. Quindi le differenze che si possono riscontrare tra le 2 differenti classi d’età sono di carattere morfologico, come le dimensioni, il colore del mantello, la presenza dei palchi ed il comportamento sociale.
Calamaro - Differenza tra totano e calamaro

Differenza tra calamari e totani

La principale differenza tra calamaro e totano si nota dalle pinne poste lungo il corpo e dai tentacoli. Il primo possiede pinne più grandi, lunghe ed affusolate, di forma romboidale ed attaccate lungo quasi tutto il corpo, con tentacoli provvisti solo di ventose; mentre nel secondo le pinne hanno forma più piccola, triangolare e sono attaccate alla parte finale del corpo, inoltre i tentacoli sono provvisti, oltre che di ventose, di un paio di uncini.
Riccio - Differenza tra riccio e istrice

Differenza tra riccio e istrice

La principale differenza tra riccio e istrice consiste nella famiglia di provenienza: il riccio, chiamato anche comunemente, ed erroneamente, porcospino, è della famiglia delle Erinaceidae; l'istrice invece rientra nella famiglia degli Istricidi. Chiamare l'istrice anche porcospino è invece corretto.
Mammiferi - Differenza tra mammiferi e rettili

Differenza tra mammiferi e rettili

Sono moltissime le differenze morfo-funzionali fra rettili e mammiferi. Innanzitutto i mammiferi sono animali a sangue caldo, infatti la temperatura corporea viene regolata e conservata dal rivestimento di peli; invece i rettili sono animali a sangue freddo, ovvero la loro temperatura è influenzata da quella ambientale e non possiedono peli, ma squame. Inoltre nei mammiferi lo sviluppo embrionale avviene all’interno della madre e quando nascono i piccoli vengono alimentati col latte secreto dalle ghiandole mammarie della stessa; mentre i rettili depongono le uova, all’interno delle quali avviene il completamento dello sviluppo embrionale. Un’altra differenza è che i mammiferi possiedono tre ossicini nell'orecchio (il martello, l'incudine e la staffa), mentre nei rettili vi è un singolo osso.